BONUS PATENTE AUTOTRASPORTO, DAL MIT ARRIVANO 25,3 MILIONI – GALANTI (UNILAVORO PMIA AUTOTRASPORTO): “MISURA UTILE A CUI AFFIANCARE UN PERIODO DI FORMAZIONE”

25,3 milioni di euro: è questa la somma stanziata il 27 gennaio scorso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per il bonus patente per l’autotrasporto (merci e persone). Si tratta di un fondo destinato ai giovani tra i 18 e i 35 anni che vogliano conseguire la patente o le abilitazioni professionali per la guida dei veicoli destinati all’esercizio dell’attività di autotrasporto di merci e persone. Il contributo – aperto fino al 31 dicembre 2026 – sarà pari all’80% della spesa sostenuta, di importo non superiore a 2.500 euro e potrà essere riconosciuto una volta sola.

Una misura già decisa dal Governo Draghi che torna a far rumore in un periodo di estrema difficoltà per il settore.

Sul tema è intervenuto il Segretario Generale di Unilavoro PMIA Autotrasporto e Coordinatore Nazionale di Prima Tras Roberto Galanti.

“Pur riconoscendo la bontà della misura, finalizzata all’individuazione di nuovo personale che voglia intraprendere la professione di autista, la ritengo fuorviante. Oggi è noto che in Italia mancano circa 30.000 autisti, ed è un problema che non può essere risolto solo con contributi economici. È un modo per sopperire a quello che in realtà servirebbe ovvero una vera e propria risposta normativa e funzionale al problema. Per questo, oltre ai contributi finanziari, sarebbe opportuno un periodo di formazione di almeno sei mesi sui mezzi pesanti in modo tale da avviare consapevolmente e professionalmente i giovani al mestiere”.

Le scuole primarie fiorentine molto attive sul fronte della sicurezza sul lavoro

Dopo la prima tappa di qualche settimana fa alla Santa Maria a Coverciano, questa mattina è stata la volta dell’Istituto “Gianni Rodari”. Ma il tour nel capoluogo toscano non terminerà qui visto che altri istituti si sono già fatti avanti per ospitare l’iniziativa di Unilavoro PMI.

Qui di seguito alcune foto della mattinata in 5B                 

LAMEZIA TERME, INAUGURATA LA NUOVA SEDE TERRITORIALE

Sabato scorso è stata inaugurata la nuova sede di Lamezia Terme (CZ), in via Crati.

A tagliare il nastro il Coordinatore di Unilavoro PMI Calabria Sebastiano Guzzi che ha voluto ribadire gli obiettivi dell’associazione. Tra questi quello di consolidare la propria presenza sul territorio affiancando le imprese e rispondendo concretamente alle loro esigenze.

Con lui la collaboratrice Catia Pulice e il Presidente di Unilavoro PMI Catanzaro Marco Ruberto, ma soprattutto il Sindaco della città Paolo Mascaro il Vice Sindaco Antonello Bevilacqua, il Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili Giovanna Famularo, il delegato della Cassa di Previdenza Fabio Massimiliano Canzoniere, Don Fabio Stanizzo e Don Francesco Benvenuto.

“LA GRAMMATICA DELLA SOSTENIBILITÀ”, GUADAGNO (UNILAVORO PMI) TRA I RELATORI DELL’EVENTO DI EFTILIA-PARTNER24ORE

“La grammatica della sostenibilità”: è questo il titolo del primo evento Eftilia – società di professionisti per la crescita di medio e lungo periodo di imprenditori, professionisti e organizzazioni – organizzato in collaborazione con Partner24Ore.

Il focus di questa giornata è incentrato sulla tematica della sostenibilità che, con i suoi vantaggi e le sue risorse ancora inesplorate, diventa uno dei principali strumenti per continuare a crescere sul mercato, rispettando ambiente, persone e profitto aziendale.

L’evento, che si è tenuto presso il Grand Hotel Villa Torretta di Milano, ha visto la partecipazione di giornalisti, professionisti d’impresa ed advisor ESG. Tra questi anche il Vice Presidente Nazionale di Unilavoro PMI Giovandomenico Guadagno che ha esordito evidenziando l’importanza di questi temi, dal grande valore etico e sociale per il futuro. Il Vice Presidente ha inoltre proseguito ricordando che la realtà italiana è costituita prevalentemente da micro e piccole imprese che non dispongono di risorse e mezzi sufficienti per stare al passo con le attività di formazione e consulenza necessarie per intraprendere la strada della sostenibilità. La semplificazione dei processi, la riduzione dei costi e incentivi specifici destinati alle micro e piccole imprese sono le soluzioni proposte da Guadagno che ha inoltre sottolineato come sia necessario far sì che le misure di incentivazione siano strutturali a medio-lungo termine e con stanziamenti adeguati piuttosto che misure di breve durata dalle quali le imprese più piccole rimangono quasi sempre escluse.

PEDAGGI SELETTIVI SULLA FI-PI-LI, GALANTI (UNILAVORO PMIA AUTOTRASPORTO): “NON LA LASCEREMO PASSARE”

Non sono tardate ad arrivare le proteste degli autotrasportatori dopo l’annuncio di sabato scorso del Presidente della Toscana Eugenio Giani della costituzione entro l’anno di Toscana Strade Spa, la società che gestirà la Fi-Pi-Li e, soprattutto, il pedaggio che la Regione ha intenzione di introdurre per i mezzi pesanti.

A questo proposito è intervenuto il Segretario Generale di Unilavoro PMIA Autotrasporto e Coordinatore Nazionale di Prima Tras Roberto Galanti che ha condannato la logica selettiva di applicare il pedaggio solo ai mezzi pesanti.

“L’orientamento della Regione è deleterio per una serie di motivi: in primo luogo attiva un pericoloso principio del pro domo sua che applicato all’uso delle infrastrutture territoriali è destinato a generare solo ostacoli; in secondo luogo, nel medio-lungo periodo, non sono da escludere ulteriori aumenti economici sulle merci che rischiano di rincarare ancor di più; in ultimo è preventivabile il dirottamento del traffico verso percorsi alternativi fuori dall’infrastruttura primaria. Pertanto Prima Tras (l’organizzazione che raggruppa le associazioni dell’autotrasporto, ndr) ha convocato i propri organi per studiare come poter manifestare il proprio dissenso nei confronti della decisione della Regione Toscana, con la volontà di coinvolgere nella protesta anche i prefetti delle città interessate dal provvedimento”.  

SUPEREDÙ IN UNA SCUOLA DI TREVISO, ENTUSIASTI ANCHE I GENITORI

Da nord a sud della penisola il viaggio del nostro Superedù non si ferma. Ieri è stata infatti la volta di Montebelluna (TV) dove il Segretario Generale di Unilavoro PMI Treviso Dino Bottin, insieme ai collaboratori Sergio Zambon e Monica Guarnier, ha presentato il fumetto in 3 classi dell’Istituto Maria Ausiliatrice.

“Sono molto contento di come siano andate queste prime lezioni – ha dichiarato Bottin – a cui sicuramente ne seguiranno altre. Gli alunni incontrati sono stati molto partecipi con le loro domande sulla sicurezza nella vita quotidiana, dal bambino che ha assistito al montaggio di una gru nel cantiere vicino casa a quello che ci ha chiesto informazioni sui macchinari utilizzati nell’azienda metalmeccanica del nonno. Questa mattina siamo stati inoltre informati dalla scuola della telefonata di alcuni genitori che ringraziavano l’istituto per l’argomento della lezione trattato reputato molto interessante”.  

SUPEREDÙ ARRIVA NEL CAPOLUOGO SICILIANO

Nelle giornate di ieri e oggi Antonino Inguaggiato, Presidente Nazionale di Unilavoro PMI e coordinatore della Regione Sicilia, insieme alla collaboratrice Maria Marysò, ha presentato Superedù nella provincia di Palermo. Le lezioni, che hanno coinvolto 3 classi, si sono svolte presso l’Istituto Comprensivo “G. Oddo” dei comuni di Caltavuturo e Sclafani Bagni.

“Mi preme ringraziare in primis la Vice Sindaco di Caltavuturo, Giusi Romana, che fin da subito ha mostrato interesse nei confronti del nostro progetto coinvolgendo l’istituto scolastico. Sono contento di come siano andate queste prime lezioni alle quali ne seguiranno sicuramente altre come Termini Imerese in cui abbiamo intenzione di coinvolgere nella discussione con i bambini anche la protezione civile”.    

PRIMO CONSIGLIO DELL’ANNO, “LAVORI IN CORSO”

Il direttivo di Unilavoro PMI nella sede nazionale dell’associazione a Firenze per il primo Consiglio Nazionale del 2023.

Nella foto (partendo da sinistra): i Vice Presidenti Nazionali di Unilavoro PMI Graziano Ceglia e Mirco Ghiotti, il Segretario Nazionale Vito Frijia, il Vice Presidente Giovandomenico Guadagno e il Presidente Nazionale Antonino Inguaggiato.

All’ordine del giorno l’andamento delle attività pianificate già nell’anno appena concluso e da portare a termine nel primo bimestre del 2023.

UN SENTITO BUON NATALE UNILAVORO

“Tutti insieme”. È il ‘credo’ che ho cercato di infondere all’inizio di questa nostra avventura; il ‘credo’ su cui ho insistito durante il cammino; quello che non mi stancherò di ripetere anche nel nuovo anno ormai alla finestra. E continuerò a farlo con la fermezza di chi è convinto che le performances d’eccellenza siano quelle frutto di un impegno corale e non di un assolo, anche se ad opera di un grande strumentista. Se Unilavoro è diventata oggi una solida certezza nelle sedi istituzionali e nei rami d’impresa, una realtà credibile, accreditata e riconosciuta tra chi lavora e chi amministra lo deve solo al fatto che ognuno di noi ha messo a disposizione degli altri la sua professionalità e le proprie competenze. E, perché no, anche quel pizzico di estro e creatività che certamente non guastano se messi a servizio di preparazione e conoscenza.

Guardo all’anno che stiamo per lasciarci alle spalle con la consapevolezza di essere alla guida di un gruppo consolidato e vincente, che ha avuto la capacità di tenere fede ai programmi concordati e la caparbietà di centrare gli obiettivi stabiliti nonostante le difficoltà di un’attualità ancora molto complicata per famiglie e imprese, che necessitano di soluzioni definitive e non di sostegni temporanei. Allentare la morsa della burocrazia che attanaglia le aziende e sostenerne la decontribuzione fiscale deve essere priorità di questo nuovo Esecutivo a cui faccio il mio più sincero in bocca al lupo e a cui ribadisco che oggi legiferare con un occhio di riguardo nei confronti della piccola e media impresa è diventato una necessità se si vuole alimentare con concretezza il motore principale di un’economia che, dal suo canto, va sostenuta con la detassazione degli stipendi dei lavoratori.

È con queste convinzioni e la determinazione propria del nostro Dna che ci proiettiamo verso le nuove sfide che ci attendono. Che vogliamo vincere rigorosamente “tutti insieme”.

Un sentito Buon Natale Unilavoro.

Vito Frijia